Intro (di Matteo Cereda)

La luce e l'acqua

Anche se esistono organismi vegetali capaci di vivere in grotte completamente buie o in pieno deserto, sappiamo tutti che senza luce e senza acqua le piante dell'orto non possono vivere.

  • La luce è fondamentale nella fotosintesi clorofilliana.
  • L'acqua compone il 90% e oltre della pianta.

Quindi esposizione solare e irrigazione sono due aspetti che il coltivatore non può trascurare.

L'irrigazione in particolare richiede attenzione, perché se è vero che la siccità è fatale anche un eccesso può avere gravi conseguenze sull'orto.

Inoltre non dimentichiamo che l'acqua è una risorsa preziosa da non sprecare. Nell'orto sono preziosi alcuni accorgimenti per risparmiarla, a partire dalla pacciamatura.

In questo capitolo impareremo quindi come regolarci per bagnare con la giusta quantità d'acqua e in modo corretto.

Vi anticipo alcune attenzioni troppo spesso sottovalutate (scusate lo "spoiler":

  • Irrigare all'ora giusta, evitando di farlo quando fa molto caldo e il sole picchia.
  • Usare acqua a temperatura ambiente, per evitare shock termici.
  • Bagnare il terreno e non la parte aerea della pianta, per prevenire malattie.

Queste tre cose le ho volute scrivere già nell'introduzione perché sono sconosciute a molti coltivatori, sono queste accortezze a fare la differenza tra chi ha "il pollice verde" e chi coltiva senza successo.


Domande e commenti

5 commenti