Intro (di Matteo Cereda)

Progettare e organizzare l'orto

Abbiamo visto come lavorare e concimare il terreno, ora siamo pronti per la semina... Ma alt, fermiamoci un attimo! Prima di cominciare a coltivare sarà meglio prendersi un po' di tempo per organizzare le cose per bene.

In primo luogo decidiamo le misure.

Un'aiuola della giusta larghezza potrà essere comodamente raggiunta dai due lati, senza esser troppo profonda e quindi scomoda, ma anche senza sprechi di spazio.

Un camminamento comodo ma non troppo largo ci permetterà di muoverci agevolmente.

Una corretta organizzazione permette di ottimizzare gli spazi e questo significa lavorare meno: se impostiamo spazi regolari e filari paralleli tra loro sarà semplice e veloce tenerli ordinati con la zappa o con il sarchiatore.

Insomma: il tempo speso per progettare un orto ordinato e ben organizzato è un investimento.

Una cosa troppo spesso sottovalutata è l'importanza di disegnare il proprio orto.

Seguiamo questi semplici passaggi:

  • Disegniamo una piantina del nostro terreno.
  • Tracciamo le aiuole e i camminamenti.
  • Identifichiamo le aree di servizio.
  • Fotocopiamo questo disegno in molte copie.

Avere tante copie della piantina dell'orto ci servirà per tenere uno storico di cosa abbiamo coltivato, indispensabile per effettuare una buona rotazione delle coltivazioni (che scopriremo più avanti essere davvero utile).

Quindi non siate pigri, prendete sul serio i consigli di questo capitolo... Non ve ne pentirete.



Domande e commenti

8 commenti