Intro (di Matteo Cereda)

La lavorazione del suolo

Dopo aver tracciato le caratteristiche fondamentali del terreno ecco che si entra nel vivo delle operazioni di coltivazione.

In questo capitolo infatti andiamo a scoprire come possiamo agire per preparare il suolo ad accogliere semi e piantine, in modo da creare le condizioni adatte per un sano sviluppo delle nostre piante.

Il tema della lavorazione del terreno dell'orto è molto ampio e ci sono diverse scuole di pensiero. L'approccio che vi presenta Sara (e che condivido in pieno) è quello di una pratica di lavorazione attenta alla struttura del suolo e alla vita dei microrganismi che vi abitano.

L'agricoltura convenzionale basata su grandi macchinari non si fa scrupolo ad intervenire con aratro e fresa. Noi invece scopriremo come ogni operazione ha dei pregi ma anche dei difetti, e cercheremo di approcciarci all'ecosistema suolo in modo rispettoso.

Mi piace sottolineare che esistono metodi differenti dove non si effettua la tradizionale lavorazione del terreno con la vanga, come l'agricoltura naturale "del non-fare" di Masanobu Fukuoka e la coltivazione sinergica. Non sono oggetto di questo corso, ma in coda al capitolo lascerò qualche link per chi volesse approfondire anche queste alternative.




Domande e commenti

5 commenti