1.3 - La tessitura

Riassunto schematico

La tessitura è un parametro che indica la dimensione media delle particelle che compongono il terreno.

Possiamo definire un terreno a GRANA GROSSA o a GRANA FINE.

Le particelle si classificano in base alle dimensioni come:

  • SABBIA (particelle più grosse)
  • LIMO (particelle di media dimensione)
  • ARGILLA (particelle più piccole)

In base al tipo di particelle prevalenti un terreno può essere definito sabbioso, limoso o argilloso.

Terreno sabbioso

Pregi: Si compatta poco, si lavora facilmente, drena molto bene l'acqua in eccesso senza formare ristagni. La sua gestione richiede meno sforzo fisico.

Difetti: Si secca facilmente, si impoverisce rapidamente.

Terreno argilloso

Pregi: Si tratta di un terreno molto fertile e capace di trattenere l'umidità.

Difetti: Tende a compattarsi, è pesante da lavorare, resta umido a lungo infangandosi.

Terreno limoso

Pregi: Essendo una via di mezzo presenta un buon compromesso tra ossigenazione e drenaggio dell'acqua e capacità di trattenere umido e nutrimento.

Difetti: Forma facilmente una crosticina superficiale che rende il suolo asfittico e può ostacolare l'emergere dei germogli.

Sassi nel terreno

Consideriamo sassi sono quel che è al di sopra dei 2 mm di diametro. Posso essere di dimensioni molto piccole ma anche grandi.

Costituiscono lo scheletro del suolo.

  • Sassi piccoli migliorano l’arieggiamento della terra.
  • Sassi grandi danno problemi nelle lavorazioni e possono ostacolare la crescita degli ortaggi. Meglio toglierli.


Domande e commenti

45 commenti